I nuovi MacBook pro 2018

Posted by Start Bootstrap on July 15, 2018

MacBook Pro 2018 Apple ha da poco presentato la nuova linea di MacBook pro da 13 e 15 pollici con touchbar del 2018 sul suo sito. Le novità sono secondo me veramente poche ma di sostanza, eccovene un elenco.

Il miglioramento delle CPU

Apple ha finalmente iniziato ad usare le CPU intel di ottava generazione, queste nuove CPU hanno lasciato quasi invariata la potenza per singolo core ma ne hanno aumentato il numero per processore. Le CPU usate nei 13” sono sempre state i modelli Ultra Low Voltage di Intel che consentono basse performance e che fino alla settima generazione erano solo dual core ( con due core fisici ), il loro codice finisce con la lettera U. Dalla ottava sono arrivati anche dei modelli quad core, con quattro core fisici, che portano un netto miglioramento nel multitasking. Per quanto riguarda i modelli 15” monteranno come sempre i processori mobile di Intel più performanti, i7 ed i9 con sei core fisici, il modello i9 è il top di gamma Intel per processori mobile 8950HK. MacBook Pro 2018 coding

La RAM

La ram sui modelli 13” è rimasta invariata a 8GB di LPDDR3 a 2133MHz espandibile a 16 mentre i modelli da 15” partono invece 16GB di memoria DDR4 a 2400MHz ed è possibile arrivare a 32GB ma solo in fase di ordinazione, non è possibile aggiungere RAM in un secondo momento. Sinceramente non capisco perché non siano stati aggiornati alle DDR4 anche i modelli da 13”.

Porte

I nuovi modelli da 13” sono passati da due a quattro porte thunderbolt 3, mentre i 15” sono rimasti invariati, sempre con 4.

Il chip T2

Il chip T2 è l’evoluzione del Chip presente nel iMac Pro e permette una maggiore sicurezza e l’utilizzo di “Ehi Siri” in quansiasi momento. In particolare i dati salvati sul proprio MacBook Pro sono criptati al momento.

Display

Anche i display hanno avuto dei miglioramenti, la risoluzione è invariata ma è stata aumentata la gamma colori allo standard P3. C’è anche una nuova feature chiamata True Tone che regola in automatico il bilanciamento del bianco in base alla luce esterna. MacBook Pro 2018 display

SSD

È da anni ormai che Apple ha abbandonato gli hard disk “classici” o meccanici in favore di quelli a stato solido. Su questi Mac ci sono SSD in grado di arrivare a performance di 3,2 GBps e ad una dimensione di 2TB per il 13” e 4TB per il 15”.

Qui c’è una nota da fare, su internet c’è chi si stupisce del costo della configurazione massima del modello da 15” superiore ai 8000€, si deve notare però che la metà di questa cifra è solo per l’SSD da 4TB. Capisco che si siano lavori per i quali sia necessario avere una grande quantità di dati sempre con sé oppure altri nei quali sia necessario accedere ai propri dati ad una velocità molto elevata ma non mi viene in mente nessun lavoro per il quale sia necessario avere un SSD da 4TB. Quindi una configurazione inutile ( oggi ) secondo me.

Accessori

Come accessori Apple ha anche presentato una nuova custodia molto sottile ed elegante in pelle per il MacBook da 13" e 15". Entrambe sono disponibili in tre colori: Blu notte, cuoio e nero. MacBook Pro 2018 display

Oltre a questo è stata presentata una eGpu creata in collaborazione con Blackmagic con all'interno una Radeon Pro 580 con 8GB di GDDR5.

Conclusioni

Quello che mi ha colpito è che come rapporto prezzo prestazioni il 15 pollici è molto superiore al 13. Il 15” costa 800€ in più e per questa cifra si ottiene una scheda grafica dedicata, una risoluzione maggiore, un processore molto più performante (un i5 contro un i7). Più RAM di tipo DDR4. Tutto questo mantenendo la stessa autonomia dichiarata ed un aumento di peso di meno di 600 grammi.

Un’altra cosa che non mi è piaciuta è stato il non aver aggiornato il modello senza touchbar senza però toccargli il prezzo. Quindi in pratica oggi Apple vende un portatile “professionale” ad un prezzo comunque non basso di 1549€ che ha però il processore e le altre caratteristiche vecchie di due anni.